Stampa

Tagli delle Querce a Romanzesu - Una Controperizia

Muro Sezioni taglio

 

Osservazioni sui tagli

Esami del sito e delle ceppaie

Dall’esame del sito dove sono localizzate le due ceppaie delle piante tagliate si ha la sensazione che i danni al “paramento murario” siano di tipo meccanico ossia dovuti a eventi atmosferici come la pioggia del febbraio 2010. Dall’esame delle sezioni delle ceppaie il cambio risulta sano.

Leggi tutto...

Stampa

Nevicata 2017: Viene presentato uno scenario delle perdite/ricavi potenziali e delle spese di manutenzione post-nevicata

SAM 1770

La nevicata è arrivata dopo un certo numero di giornate di freddo intenso che possono aver congelato la linfa nei rami rendendoli meno flessibili, poi il peso della neve ha fatto il resto.


La neve eccessiva ha stroncato rami anche molto grossi lasciando monconi e ferite complesse (ascras) che di fatto intaccano il capitale del nostro patrimonio boschivo e lo mettono in grosse difficoltà, se non in pericolo, perché lo indeboliscono e lo rendono più sensibile ai danni provocati da siccità, da malattie, ecc. e riducono o annullano gli anelli annuali di sughero.

Leggi tutto...

Stampa

SONDAGGIO : Volete il taglio delle quercie da sughero nel Villaggio Nuragico di Romanzesu? Querce tagliate - risultati sondaggio.

Una commissione di esperti nominati dal Comune di Bitti sta decidendo di tagliare delle quercie da sughero nel sito nuragico di Romanzesu.

In particolare la quercia posta sopra il pozzo sacro per la quale si chiede il vostro parere; la motivazione addotta per il taglio dalla commissione ad hoc pare sia quello di evitare lo sfaldamento delle strutture interessate dagli apparati radicali.

Esistono delle tecniche biologiche con le quali si può bloccare l' accrescimento sia dell' apparato radicale che del tronco della pianta, evidando quindi il taglio e mantenendo, senza danni ulteriori per le strutture, integro il sito.

 

quercia romanzesu 1 20140513 11572461541 333

 Gli alberi sono stati tagliati

 

qweqwqw

Stampa

AMBIENTE, SUGHERO SARDO VERSO CERTIFICAZIONE QUALITA': AL VIA PROGETTO UNISS-CREA

Cagliari, 21 gen 2016 - Certificare il sughero della Sardegna garantendo provenienza e qualità delle produzioni. E' l'obiettivo principale del progetto del dipartimento di Scienze della Natura e del Territorio dell'Università di Sassari, del Crea (Centro di ricerca per la selvicoltura) di Arezzo e dell'Istituto per lo Studio degli Ecosistemi del Cnr di Sassari, finanziato dalla legge 7 del 2007, presentato questa mattina in un workshop a Cagliari da Sandro Dettori, docente del dipartimento di economia e sistemi arborei dell'ateneo turritano.

Leggi tutto...

 Copyright © 2018 - Riproduzione vietata

Webmaster SD